lunedì 2 luglio 2018

Recensione "One Piece", volumi 21/30.


Ciao a tutti lettori!
La mia lettura del manga "One Piece" procede senza interruzioni, poiché la curiosità e l'ammirazione nei confronti della suddetta vicenda è sempre maggiore. 
Precedentemente non ho mai pensato di poter reperire l'opera del mangaka Oda, poiché non pensavo potesse collimare con i miei apprezzamenti letterari, ma, da quando ho incominciato a rubare qualche volume dalla libreria di Stefano, mi sono felicemente ricreduta.
"One Piece" è divertente e frizzante, connotazioni che non conducono il lettore ad annoiarsi, ma, anzi, i suoi toni scanzonatori ed i suoi stravaganti personaggi catturano il lettore. 
All'interno di esso la trama è leggera, ma talvolta è crudelmente realistica e verace.

Titolo: One Piece
Volumi: 21/30
Autore: Eiichiro Oda
Categoria: Shonen
Prezzo: 3,50€ a volume
Pagine: 180 a volume
Editore: Star Comics 
Voto: 5/5 🌸


Trama:
Monkey D. Rufy è un bambino il cui sogno è quello di diventare il Re dei pirati e di scovare il tesoro One Piece.
La leggenda correlata a queste ricchezze narra le avventure di Gol D. Roger, il quale ha nascosto lo One Piece presso l'isola di Raftel alla fine della Rotta Maggiore. 
Rufy è un bimbo curioso, non teme alcun pericolo e combina vari pasticci, come quando mangia il frutto del diavolo Gom Gom. Grazie all'acquisizione di questo alimento assume la capacità di allungarsi e deformarsi a suo piacimento, trasformandosi in un uomo di gomma. 
Una volta raggiunta la maggior età decide di partire alla ricerca degli uomini da arruolare nella propria ciurma. 
Il viaggio di Rufy è ricco di incontri e disavventure dove avrà modo di raggruppare una folle comitiva composta da:
Roronoa Zoro, un famoso cacciatore di taglie aventi ad oggetto i pirati ed abile spadaccino nell'utilizzo di tre spade;
Nami, una nota ladra, la navigatrice del gruppo;
Usop, un celebre bugiardo, ma ottimo cecchino;
Vinsmoke Sanji, un cuoco con un debole per le donne;
TonyTony Chopper, un alce dal naso blu, il medico della comitiva, dotato dei poteri derivanti dal frutto del diavolo Homo Homo;
Nico Robin, un'archeologa ed l'unica persona ancora in vita a poter leggere e comprendere l'antica lingua in cui sono scritti i Poignee Griffe, detiene le abilità conquistate grazie al frutto del diavolo Fior Fior.


Il personaggio più amato nei volumi 21-30:
Nico Robin. 

Nico Robin, precedentemente nota con lo pseudonimo di Miss All Sunday, è una donna di 28 anni, bella, attraente, dal fisico slanciato e statuario.
A differenza degli altri membri della ciurma, Robin appare seria, posata, dai modi eleganti e raffinati. Questa sua caratterizzazione la raffigura come una ragazza fredda e distaccata, seppur in realtà ella è gentile, altruista e non esita a sacrificarsi per proteggere i suoi compagni.
Ella ha mangiato il frutto del diavolo Fior Fior, il quale le consente di far crescere a suo piacimento alcune parti del suo corpo, braccia, gambe, piedi e mani, su ogni superficie o individuo.

Il suo potere è, dunque, molto potente, infatti Robin è considerata uno degli elementi più pericolosi della ciurma di Cappello di paglia. 
Nico Robin è, da svariati anni, costretta a fuggire e a nascondersi dalla Marina o dai cacciatori di taglie, circostanze che hanno affinato le sue capacità nel campo dello spionaggio e del travestimento, nell'arte della fuga e nel controllo dei sentimenti. 
Robin è, inoltre, un'abile archeologa ed l'unica persona ancora in vita a poter leggere e comprendere l'antica lingua in cui sono scritti i Poignee Griffe.
In questi volumi non ho ancora scoperto tutte le verità celate dietro ai suoi gelidi occhi azzurri. 
Il suo passato è coperto da uno spesso velo dell'oblio e il suo cuore non é propenso ad aprirsi con i suoi amici di avventura. 
Viene ripetutamente accennato un fatto correlato alla sua infanzia, di cui, per ora, non conosco i dettagli. L'unico indizio a me noto è che dal suddetto evento ella è stata condannata ad avere una taglia a proprio carico fin dalla tenera età di otto anni. 
Ella è denominata la donna della scongiura, colei che conduce alla distruzione ed alla sfortuna. 
La ciurma è una famiglia, il loro calore e genuinità catturano l'arido animo della ragazza. Talvolta, difatti, sorride ed è momentaneamente una comune giovane spensierata, ma questo suo mutamento è repentino, poiché successivamente, inesorabilmente, crolla nella sua solitudine e nel suo serio mutismo.

Nico Robin è una donna misteriosa e fatale, il suo fascino è indescrivibile. Le vignette in cui viene raffigurata urlano tutta la sua carica magnetica e la sua forza seduttiva. 
Sono certa che il suo personaggio regalerà varie sorprese a noi lettori e sarà in grado di stupirci e farci innamorare ancor di più della sua intrigante figura.



Nessun commento:

Posta un commento