lunedì 4 febbraio 2019

Recensione "Il sognatore".

Ciao a tutti lettori!
Oggi vado a raccontarvi il mio pensiero inerente al primo libro che ho concluso nel 2019.
Le pagine de "Il sognatore" di Laini Taylor mi hanno accompagnata in un bellissimo viaggio effettuato nelle ultime giornate del 2018 tra le città di Lecco e Como in compagnia di Stefano. Questa accezione mi condurrà sempre ad osservare il volume con un sorriso, poiché inesorabilmente mi sospingerá a rammentare i meravigliosi attimi che ho condiviso con Stefano.

Titolo: Il sognatore 
Autore: Laini Taylor 
Prezzo: 14,50 €
Pagine: 524
Editore: Fazi
Voto: 5/5 🌸




Trama:
Lazlo Strange è un orfano che è cresciuto sotto la guida di alcuni monaci austeri, i quali hanno cercato di estirpare dalla sua mente ogni frivola fantasia. 
Tuttavia, il bambino rimane affascinato dai racconti confusi di un monaco anziano sulla città perduta di Pianto, caduta nell'oblio da duecento anni. 
I segreti della città leggendaria si trasformano per Lazlo in un'ossessione ed, una volta diventato bibliotecario, alimenterà la sua sete di conoscenza con le storie contenute nei libri dimenticati della Grande Biblioteca, pur sapendo che il suo sogno più grande, ossia vedere la misteriosa Pianto con i propri occhi, rimarrà irrealizzato. 
Un giorno un eroe straniero, chiamato il Massacratore degli Dei, e la sua delegazione di guerrieri si presentano alla biblioteca, e per Strange, chiamato da tutti "il Sognatore", si delinea l'opportunità di vivere l'avventura che da anni anelava.

Recensione:
L'opera narra la storia di Lazlo Strange, un ragazzo caratterizzato da una fervida immaginazione e, per questa accezione, conosciuto per lo pseudonimo de "Il sognatore". 
Lazlo è affascinato dalle leggende, è un appassionato lettore e trascorre le ore della propria giornata immerso tra le pagine ingiallite ed impolverate dei pesanti tomi della Grande Biblioteca nel tentativo di trovare delle ulteriori informazioni sulla città perduta di Pianto. 
Egli è affascinato, o meglio ossessionato, dalla suddetta leggendaria città e spera ardentemente di poterla vedere con i propri occhi. 
Laini Taylor ha tracciato una storia onirica, utilizzando vocaboli e metafore che hanno tramutato il suo racconto in un sogno. 
La prosa è lenta e ricca di descrizioni, circostanze che non hanno riscontrato un mio disappunto, ma anzi sono stata entusiasta di poter ricavare dal romanzo tanti particolari e chiarificazioni che mi hanno reso possibile la raffigurazione del mondo descritto da Laini Taylor. 
Il libro propone allo spettatore i diversi punti di vista dei vari personaggi che popolano la storia, permettendo al lettore di comprendere le sfaccettate sensazioni dei soggetti. Rappresentare la medesima scena attraverso i diversificati pensieri ed angolazioni sensoriali dei protagonisti ha garantito la chiarezza della totalità degli eventi. 
La storia descritta all'interno delle pagine del tomo è innovativa e peculiare nel suo genere. 
La soglia tra le forze benigne e malefiche è sottile, quasi inesistente. All'interno del libro è, infatti, assente una drastica divaricazione tra i personaggi identificabili come buoni ed ingenui rispetto a quei individui caratterizzati da un animo maligno e crudele. Quest'ultima accezione pone nell'animo del lettore un enorme dubbio su chi considerare come innocente e, dunque, degno di tutela. 
L'amore è il sentimento cardine su cui vengono instaurati gli eventi dell'opera. La devozione e la lealtà nei confronti della propria famiglia e la passione e lo struggimento condiviso tra due amanti, sono solo alcune delle varie declinazioni dell'amore che Laini Taylor pone sulla carta. 
"Il sognatore" è stato il primo libro che ho concluso nel 2019 ed è uno dei tomi più belli che io abbia mai letto nella mia vita. 
Vi consiglio caldamente di recuperare il suddetto volume, soprattutto perché il 14 febbraio sarà disponibile in libreria "La musa degli incubi", secondo ed ultimo volume della duologia della meravigliosa storia di Lazlo Strange. 
Io sto attendendo con trepidazione l'avvento della suddetta giornata per poter correre in libreria e comprare la mia copia personale. 


10 commenti:

  1. Leggo e sento solo meraviglie riguardo questo romanzo. Devo decidermi a recuperarlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gaia! Devi assolutamente recuperarlo, è un libro meraviglioso!

      Elimina
  2. Ciao! Dev'essere una storia davvero affascinante sul potere del racconto! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia! "Il sognatore" racchiude in sé una storia emozionante, te lo consiglio caldamente! 😘

      Elimina
  3. Cara Diletta, sono un vecchio romantico questi libri mi affascinano sempre.
    Ciao e buona settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomaso! Anch'io sono un'inguaribile romantica e penso che questa nostra indole, per fortuna, non possa mutare con il tempo!
      Un abbraccio! 😊

      Elimina
  4. Cara Didi l'ho messo in wish list, ho intenzione di leggerla questa duologia prima della fine dell'anno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cri! Non vedo l'ora di leggere la tua recensione! ❤️

      Elimina
  5. Sono davvero contenta sia piaciuto anche a te! Io attendo con ansia il secondo volume :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gresi! Anch'io aspetto con ansia l'uscita del seguito! 😍❤️

      Elimina